Brasile GENERAL

Mollo tutto e vado a vivere in Brasile

Mollo tutto e vado a vivere in Brasile!
Pensato, detto, sentito dire, fatto.
Si, fatto, perché le cose alla fine, è sempre bene farle, carpe diem, insomma!
E se l’erba del vicino è sempre più verde, e il risultato è diverso dalle aspettative? Nessun problema si può sempre tornare indietro.
Il Brasile di verde ne ha… ma prima di trasferirsi a vivere in un paese che ci è sembrato meraviglioso in vacanza, è sempre bene fare una qualche valutazione in più…
Altrimenti l’aver mollato tutto potrebbe rivelarsi una scelta avventata se non si è veramente preparati a reagire nel modo giusto…
Come fare? Documentarsi e organizzarsi, a tal proposito, ecco alcuni suggerimenti utili se stai pensando di trasferirti proprio in Brasile…e diventare un Gringo o Gringa, il modo in cui i brasiliani identificano gli stranieri: “Gringos”.
Per quanto possiate imparare la lingua, i brasiliani riconosceranno sempre il “sotaque de gringo”, ossia l’accento straniero, ma se saprete farvi accettare sarete trattati con molta simpatia e affetto, e una certa forma di ammirazione…per voi che comunque venite dall’Italia, uno dei paesi più sognati dai brasiliani… come biasimarli?

Ma torniamo al piano “mollo tutto e vado a vivere in Brasile”
Se conoscete il Brasile saprete già in quale città preferireste vivere, altrimenti meglio informarsi prima de trascorrere almeno un mese nel luogo, nulla è più utile che l’esperienza di conoscenza diretta.

Mollo tutto e vado a vivere in Brasile – Ecco poi alcuni utili suggerimenti:

Pianificazione
Pianificate accuratamente:

  • l’investimento iniziale
  • costi del viaggio, dell’affitto o acquisto di un immobile
  • costi dell’alimentazione
  • trasporti locali
  • assicurazione medica.

Organizzazione
Vado in Brasile e mi cerco un lavoro, non è la strada giusta.
Gli stipendi sono bassi e la concorrenza locale è grande.
Se volete aprire una attività in proprio cercate di affidarvi ad onesti professionisti.
Mantenete il massimo riserbo e grande discrezione, evitate di ostentare ricchezza di ogni genere.

Organizzate, anche le piccole cose… dagli adattatori per le prese elettriche (in Brasile ad esempio non esistono le shuco), al caffè, se lo volete italiano.

Imparate ad apprezzare il cibo locale, per altro ottimo, e staccatevi dalle marche note nazionali di pasta…

Siate sempre gentili con i vostri vicini e cercate di fare amicizia con Brasiliani.

Pazientate, la burocrazia brasiliana è lenta, più di quella italiana, e non solo quella.

Non credete all’amore a prima vista, e prima di trovarsi in situazioni sconvenienti è preferibile conoscere la persona e la famiglia.

 

Post a Comment