Informazioni

Cultura
Narra l’ancestrale leggenda che la zona era abitata dagli índios caetés che un giorno, si ritrovarono il loro villaggio seppellito dalla sabbia e che da allora, viva un popolo nomade che durante la stagione piovosa abita capanne per vivere di pesca mentre nella stagione secca, si trasferiscono nell’entroterra per lavorare le campagne. I Lençóis Maranhenses, si trovano all’interno dello Stato di Maranhão ed è un’area dunosa che si estende per settanta chilometri di costa, inoltrandosi per oltre cinquanta verso l’interno.

Shopping

In una oasi naturale non viene alcuna voglia di fare acquisti anche perché non vi è questa possibilità.

Naturalezza

L’incredibile scenografia si compone da tantissime lagune di color verde e blu che, soprattutto durante il periodo delle piogge, assumono un forte contrasto con il colore bianco delle dune circostanti che possono arrivare a toccare i quaranta metri di altezza. Creato nel 1981 il Parco Nazionale dei Lençóis Maranhenses tutela ben 155.000 ettari di territorio dove viene protetto un delicato ecosistema formato da specchi d’acqua, fiumi, dune e mangrovie che possono essere viste in compagnia di una locale guida o con un 4×4 oppure a dorso di mulo.

Religione

Come generalmente per il Brasile, anche qui gli autoctoni sono cattolici.

Gastronomia
L’informalità presente in questa località e la sua particolarità non consente logisticamente di offrire un’ampia scelta di posti dove degustare la cucina del territorio. Oltre un ristorante lanchonete, si trovano alcuni bar, delle cabane e tre pousada dove ristorarsi.

Divertimento
Oltre il trekking, durante il periodo luglio-dicembre si trovano le condizioni ideale per fare il kite surfer.
Cosa vedere
Natura nella sua totale espressività che manifesta con panorami unici al mondo.